Interazione bambino-robot 2019 (IBR19). Teorie, metodi, implicazioni psicologiche e didattiche

Convegno nazionale con call for abstract
12-13 Giugno 2019, Università degli Studi di Milano-Bicocca

Scarica il programma del Convegno (PDF)

La partecipazione al convegno è gratuita e l’accesso è libero fino a esaurimento posti. Non è necessario registrarsi preventivamente.

Descrizione

La robotica trova sempre maggiore applicazione in contesti frequentati da bambini di ogni età, per finalità didattiche, terapeutiche e di intrattenimento. Nelle scuole e in contesti di apprendimento non scolastico vengono sempre più spesso svolte attività di costruzione e programmazione robotica mirate all’affinamento di capacità cognitive, sociali e disciplinari. Il ruolo che l’interazione con robot umanoidi può svolgere nel potenziamento di capacità cognitive e motorie in persone affette da disabilità di vario tipo – tra cui quelle legate allo spettro autistico – è al vaglio della ricerca internazionale. I robot sono ormai parte del cosiddetto mondo dell’“edutainment” e si moltiplicano le possibilità, per i bambini, di entrare in contatto e di interagire con dispositivi robotici. Il Convegno IBR19 ospiterà interventi di ricerca su temi legati all’interazione bambino-robot con particolare riferimento alle applicazioni psico-pedagogiche della robotica, alle metodologie di utilizzo, alle tecnologie in campo, alle implicazioni e ai presupposti scientifici, filosofici, sociali, culturali. Ospiterà inoltre sessioni dedicate alla riflessione su esperienze didattiche condotte da insegnanti, educatrici ed educatori in contesti scolastici ed extra-scolastici.

Temi

I temi d’interesse del Convegno IBR19 includono i seguenti.

  • robotica e early childhood education
  • robotica e bambini con bisogni educativi speciali
  • robotica e autismo
  • interfacce robotiche per la didattica
  • robotica e apprendimento delle discipline
  • robotica e sviluppo del ragionamento scientifico
  • stili di progettazione e conduzione di laboratori di robotica
  • implicazioni psicologiche dell’interazione bambino-robot
  • presupposti psico-pedagogici dell’uso didattico dei robot
  • robotica e fasi dello sviluppo cognitivo
  • strategie di programmazione e costruzione robotica
  • stili di spiegazione e descrizione del comportamento dei robot da parte dei bambini
  • formazione di insegnanti ed educatrici/educatori

Programma

Il programma del Convegno è in preparazione. Sarà pubblicato su questa pagina nei prossimi giorni.

Includerà relazioni plenarie di Giulio Sandini e Laura Menichetti.

Call for abstract

Il convegno ospiterà tre tipi di interventi: interventi di ricerca, riflessioni su esperienze didattiche, poster.

Interventi di ricerca

Gli interventi di ricerca forniscono un resoconto di studi sperimentali o propongono riflessioni teoriche o metodologiche sui temi del Convegno. Ogni intervento avrà una durata di 20’ a cui seguiranno 10’ di discussione. Per partecipare al Convegno, le autrici e gli autori dovranno inviare un abstract della lunghezza massima di 5.000 battute, bibliografia compresa (la bibliografia dovrà avere il formato APA). Gli abstract verranno sottoposti a procedura di revisione cieca: si prega pertanto di escludere, dal testo dell’abstract, qualunque riferimento che permetta di identificare l’autrice o l’autore dello stesso. L’abstract dovrà essere strutturato come segue:

  • Titolo dell’intervento
  • Parole chiave (max 5)
  • Obiettivo della ricerca
  • Sfondo teorico
  • Principali risultati e loro giustificazione teorica e metodologica (se la ricerca è empirica fornire una descrizione dei soggetti coinvolti, degli strumenti e delle procedure di acquisizione dati, delle metodologie di analisi)
  • Eventuali considerazioni etiche
  • Eventuali implicazioni didattiche o terapeutiche

Riflessioni su esperienze didattiche

Le riflessioni su esperienze forniscono un resoconto di esperienze didattiche condotte in contesti scolastici ed extra-scolastici. Mettono a fuoco gli obiettivi dell’esperienza, propongono riflessioni critiche sulle metodologie adottate, documentano i processi e/o gli esiti. Ogni intervento avrà una durata di 20’ a cui seguiranno 10’ di discussione. L’abstract dovrà avere una lunghezza massima di 5.000 battute, eventuale bibliografia compresa (la bibliografia dovrà avere il formato APA). Dovrà essere organizzato nelle seguenti sezioni:

  • Titolo dell’esperienza
  • (Per le scuole) Ordine e classe (non inserire il nome della scuola per permettere la procedura di revisione anonima)
  • Obiettivi di apprendimento (cosa si desiderava che le/i bambine/i apprendessero durante l’attività?)
  • Contesto (dove è stata svolta l’attività? Quante persone sono state coinvolte? Si indichino caratteristiche del contesto che si ritiene siano rilevanti per la comprensione dell’esperienza)
  • Descrizione delle attività (si indichi la struttura dell’esperienza articolata in attività; si indichino i tempi, gli spazi e i materiali di ciascuna attività)
  • Tipo di documentazione fornita (che tipo di documentazione si desidera presentare al Convegno per discutere i processi e gli esiti dell’esperienza? Quali aspetti dell’esperienza sono stati oggetto di osservazione e documentazione da parte di insegnanti ed educatrici/tori?)

L’abstract sarà sottoposto a procedura di revisione cieca: si prega pertanto di escludere, dal testo dell’abstract, qualunque riferimento che permetta di identificare l’autrice o l’autore dello stesso. Sulla base della procedura di revisione cieca verrà decisa l’accettazione o meno dell’intervento al Convegno.

Poster

I poster possono presentare interventi di ricerca o resoconti di esperienze didattiche. Per partecipare alla selezione, gli autori dovranno inviare un abstract della lunghezza massima di 5.000 battute, bibliografia compresa (la bibliografia dovrà avere il formato APA). L’organizzazione dell’abstract dovrà seguire le linee guida indicate nei paragrafi “Interventi di ricerca” e “Riflessioni su esperienze didattiche” a seconda del tipo di poster.  Gli abstract verranno sottoposti a procedura di revisione cieca: si prega pertanto di escludere, dal testo dell’abstract, qualunque riferimento che permetta di identificare l’autrice o l’autore dello stesso. Se l’abstract verrà accettato, l’autrice/autore dovrà preparare un poster di formato A1 (con specifiche che verranno fornite su questa pagina). Il poster sarà esposto durante la sessione “poster” del Convegno; le autrici e gli autori saranno invitate/i a posizionarsi vicino a esso per dialogare con il pubblico interessato.

Procedura di revisione degli abstract

Ogni abstract verrà inviato a due revisori. La procedura è anonima: i revisori non conoscono l’identità degli autori, e viceversa. Ogni revisore produrrà un breve resoconto che invierà al comitato organizzatore. Il comitato organizzatore deciderà se accettare o meno l’intervento sulla base del parere ricevuto dai revisori. In caso di parere negativo il Comitato Organizzatore potrà proporre all’autrice/autore di convertire il proprio intervento in un poster.

Date importanti

  • 15 Marzo 2019: chiusura della call for abstract
  • 15 Aprile 2019: notifica dell’accettazione o meno dell’intervento

Pubblicazione degli atti

Il Comitato Organizzatore sta stabilendo relazioni con riviste e case editrici per la pubblicazione degli atti del Convegno.

  • È attualmente in fase di valutazione la possibilità di pubblicare alcuni interventi di area psicologica e filosofica sulla rivista Sistemi Intelligenti (Scopus, fascia A per aree 11-C1,C2,C3,C4) previo ulteriore processo di revisione cieca.
  • Una selezione di articoli di ricerca e di riflessioni su esperienze didattiche verrà pubblicata in un volume della collana “Media e tecnologie per la didattica”, Franco Angeli editore, previo ulteriore processo di revisione cieca.

Comitato organizzatore

Dott. Edoardo Datteri, dott.ssa Gilda Bozzi, Dott.ssa Luisa Zecca.

Comitato scientifico

  • Serenella Besio
  • Barbara Caci
  • Marco Castiglioni
  • Andrea Cerroni
  • Antonio Chella
  • Giuseppe Chiazzese
  • Augusto Chioccariello
  • Antonella D’Amico
  • Luisa Damiano
  • Margherita Di Stasio
  • Gilda Bozzi
  • Emanuela Castro
  • Edoardo Datteri
  • Barbara Demo
  • Giuseppe Di Benedetto
  • Eleonora Farina
  • Paolo Ferri
  • Giovanni Ferrin
  • Andrea Garavaglia
  • Catia Giaconi
  • Ilaria Grazzani
  • Renato Grimaldi
  • Domenico Guastella
  • Igor Guida
  • Andrea Mangiatordi
  • Fabrizia Mantovani
  • Giovanni Marcianó
  • Patrizia Marti
  • Emanuele Menegatti
  • Laura Menichetti
  • Michele Moro
  • Anna Morpurgo
  • Emanuele Micheli
  • Fiorella Operto
  • Veronica Ornaghi
  • Valentina Pennazio
  • Livia Petti
  • Pier Giuseppe Rossi
  • Margherita Russo
  • Pericle Salvini
  • Luisa Zecca

Sede del Convegno

Il convegno avrà luogo nell’edificio U6, Università degli Studi di Milano Bicocca, Piazza dell’Ateneo Nuovo, 1, 20126 Milano MI, aula Martini e U6/3, entrambe situate al piano -1.

Come arrivare

L’edificio U6 è raggiungibile comodamente attraverso i mezzi pubblici. Ecco alcune possibilità.

  • Raggiungere la fermata MM1 (metro rossa) “Precotto”. Raggiungere la stazione omonima del tram 7 e salire in direzione Bicocca M5/Piazzale Lagosta. Dopo due fermate, scendere in Arcimboldi Ateneo Nuovo, a pochi passi da Piazza dell’Ateneo Nuovo.
  • Raggiungere la fermata MM5 (metro lilla) “Bicocca”. Piazza dell’Ateneo Nuovo si trova a circa 10 minuti a piedi.
  • Usciti dalla Stazione Centrale, fare qualche passo per arrivare in Piazza 4 Novembre dove si trova la fermata del bus 87. Prendere il bus 87 in direzione Anassagora/Pindaro per 12 fermate, e scendere alla fermata Arcimboldi a pochi passi da Piazza dell’Ateneo Nuovo.
  • Piazza dell’Ateneo Nuovo si trova a pochi passi dalla Stazione Ferroviaria “Greco Pirelli”.